VINI

  • Quickview

    Accadia

    , ,
    La cantina Accadia sorge sulle colline marchigiane, nel comune di Serra San Quirico, con i vigneti che si estendono nel cuore della più antica area di produzione del Verdicchio Classico. Ci dedichiamo alla produzione vinicola nel totale rispetto della natura e della biodiversità indigena. Il nostro lavoro si concentra in particolare sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni per dare vita a vini che siano prima di tutto espressione del territorio. La particolare attenzione al territorio, insieme all’unicità dei vitigni, alla morfologia del terreno e alle basse rese, ci permettono di mantenere alti standard qualitativi e produrre vini di carattere dalla spiccata personalità. I nostri vigneti si estendono in una zona collinare ad un'altitudine tra i 340 e i 370 metri sul livello del mare, ogni appezzamento, per le sue particolari caratteristiche di altitudine, micro climatiche e composizione del terreno, è destinato alla produzione di una specifica etichetta. La morfologia del terreno, in particolare, regala personalità e carattere ad ognuno dei nostri vini. Il Verdicchio trova l'ecosistema ideale che ne esalta i caratteri di freschezza e sapidità, dando vita a vini di buona struttura e capaci di notevole longevità. >>Download scheda tecnica<< LesGrandsCrus0439- Unknown-1 Unknown
  • Quickview

    Albert Bichot

    , ,
    Albert Bichot possiede 4 domaine : CHATEAU LONG-DEPAQUIT a Chablis , DOMAINE DU CLOS FRANTIN a Nuits St. Georges , DOMAINE DU PAVILLON a Pommard e DOMAINE ADELIE a Mercury. Ogni domaine ha una cantina di vinificazione e di affinamento in modo da poter lavorare sempre uve freschissime , regalando ai vini la massima espressività del proprio territorio di appartenenza. Albert Bichot , un mito oramai in tutto il mondo possiede i migliori vigneti in tutte le parcelle Grand Cru della Borgogna. Molte delle vigne sono in dei monopole bellissimi. L’approccio biologico aziendale praticamente in tutte le vigne è il fiore all’occhiello di un lunghissimo percorso che riconosce a Bichot la fama che merita. Alcuni vini sono prodotti veramente in esigue parcelle e la rarità degli stessi è culto e ricerca dei più appassionati bevitori di tutto il mondo.
    >Download scheda tecnica<<
    LesGrandsCrus0371- chateau-long-depaquit2 chateaugris image.introvisual.large
  • Quickview

    André Delorme

    , ,
    Maison André Delorme è uno specialista nella produzione di grandi vini della Côte Chalonnaise e dei Crémants de Bourgogne. Attraverso I terroirs di Rully, Givry, Mercurey, Bouzeron e Montagny copre più di 20 denominazioni che seleziona, vinifica e invecchia nelle sue botti a Rully. >>Download scheda tecnica<< Unknown-1 Unknown      
  • Quickview

    Babich

    , ,
    Fondata nel 1916 Babich è una delle cantine più “antiche” in Nuova Zelanda, l’azienda possiede vigneti nell’isola del sud in Marlborough, al nord in Hawke’s Bay e Auckland. La filosofia aziendale è semplice, vengono scelte le migliori zone e vengono piantate le varietà ideali per ottenere il miglior vino possibile. In Marlborough troviamo le migliori condizioni al mondo per il Sauvignon Blanc che è il vitigno più diffuso. Nonostante le grandi dimensioni Babich è “family owned” ogni scelta è mirata ad ottenere il massimo livello di qualità.
  • Quickview

    Baglio Oro

    , ,
    L’azienda nasce dalla tenacia di “Don Pino”, uomo d’altri tempi, che ha tramandato al figlio Francesco e al genero Michele l’amore per la terra e per il vino. Immersa nella parte più alta dell’agro marsalese, Baglio Oro si trova lungo la strada dei bagli ottocenteschi Le famiglie Cottone e Laudicina hanno fatto rivivere i “vecchi poderi” trasformandoli in una moderna cantina in cui tecnologia e tradizione si fondono per catturare l’energia e il calore della nostra terra di Sicilia. Le uve dell’azienda provengono esclusivamente dalle vigne di proprietà e vengono controllate scrupolosamente dalla raccolta all’imbottigliamento. Il legame con la terra è ribadito dalla scelta di avere dei prodotti monovarietali di varietà autoctone sia a bacca bianca (Grillo, Grecanico, Catarratto, Inzolia) sia a bacca rossa (Nero d’Avola e Syrah). >>Download scheda tecnica<< IMG_0479- IMG_0626-copia-
  • Quickview

    Bajta

    , ,
    La viticoltura sul Carso triestino, ha una tradizione ormai secolare, che la nostra azienda mantiene e persegue, se pur, con una rivisitazione in chiave moderna. L’altipiano carsico è un territorio caratterizzato da un terroir tipico, costituito da un sottile strato di terra rossa, ricca di ferro con un sub-strato calcareo. Le uve sono ottenute solamente da vitigni autoctoni, che l’azienda si impegna a mantenere. La Vitovska è il vitigno bianco che primeggia sul Carso, seguita dalla Malvasia istriana e dal rosso Terrano. La filosofia produttiva dell’azienda viene da noi definita bio sostenibile, in quanto da noi certificata, con il nostro lavoro e la nostra serietà. Non la definiamo strettamente biologica, ma poniamo sempre un forte occhio di riguardo verso tutto ciò che è biologico: quindi concimazioni naturali con letame, gestione del suolo e delle infestanti con mezzi meccanici e non chimici e tutte le lavorazioni sul verde eseguite a mano. I trattamenti, per quanto possibile, rientrano nella categoria dei biologici. In fattispecie, stiamo scoprendo l’uso dell’acqua ozonata per la disinfezione dell’apparato vegetale delle viti, in sostituzione ai tradizionali antiparassitari industriali. In ogni caso, la biodiversità di cui gode il nostro territorio e le caratteristiche climatiche, favoriscono un’agricoltura a basso impatto  ambientale, che potrebbe essere riassunta in circa 6 trattamenti antiparassitari annui, di 3 con sostanze solamente biologiche. Tutte le uve vengono raccolte solamente a mano e la tecnica di vinificazione è orientata a ottenere vini freschi, eleganti, profumati e longevi.
  • Quickview

    Biondelli

    , ,
      La proprietà della Famiglia Biondelli appartiene al territorio di Bornato, un antico borgo sito nel cuore della Franciacorta. L'azienda agricola, che comprende diversi terreni, ha il suo centro in una cascina cinquecentesca edificata di fronte allo storico castello medioevale di Bornato (oggi Villa Orlando) e all'inizio della splendida Valle del Longarone racchiusa tra gli abitati di Bornato, Cazzago San Martino e Calino. Gli stessi luoghi in cui nel 1438, durante la guerra tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia per il controllo di Brescia e Bergamo, si verificarono i combattimenti tra le truppe milanesi guidate da Nicolò Piccinino e le milizie venete condotte dal bresciano Antonio Martinengo e da Erasmo da Narni detto il Gattamelata. La proprietà, detta Breda (termine che indica un podere di più campi distribuiti intorno a una casa colonica derivante dal latino "proedium", o dal longobardo "braida"), fu acquisita nel periodo immediatamente successivo alla fine del secondo conflitto mondiale da Giuseppe Biondelli, futuro Ambasciatore d'Italia e allora Console Generale a Innsbruck in Austria. A tale proposito è interessante notare come un curioso destino sembri legare questa antica proprietà con il mondo della diplomazia. Prima di divenire proprietà dell'Ambasciatore Giuseppe Biondelli, la tenuta apparteneva, infatti, al conte Alessandro Fè d'Ostiani (1825-1905), Senatore del Regno d'Italia e Ministro Plenipotenziario in diversi paesi (Cina, Giappone, Brasile, Belgio e Grecia). La proprietà passo poi a sua figlia Paolina che andò in moglie al conte Charles Jean Tristan de Montholon Sémonville (1843-1899), anch'egli diplomatico che arrivò a ricoprire la carica di Ambasciatore di Francia in Isvizzera. Un passato glorioso che per circa un secolo ha fatto di Bornato un crocevia della diplomazia Europea e che si pone come base ideale alla vocazione della Famiglia Biondelli di far conoscere i vini di Franciacorta ben oltre i confini nazionali. E' con questo obiettivo che gli antichi ambienti della cascina sono stati completamente ristrutturati e ampliati con la costruzione della cantina sotterranea, al fine di creare una struttura idonea alla vinificazione delle diverse uve (Chardonnay per il Franciacorta e Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Nebbiolo e Barbera per il Curtefranca Rosso) provenienti dai vigneti impiantati in base alla specifica vocazione dei terreni. Oggi l'antica tenuta è una moderna azienda dotata delle tecnologie enologiche più avanzate e in grado di garantire una produzione di vini di alta qualità in un perfetto connubio tra tradizione e modernità.    
  • Quickview

    Bischofliche Weinguter Trier

    , ,
    Bischöfliche Weingüter Trier (Cantina Episcopale di Treviri) è stata creata grazie ai possedimenti di proprietà di Bischöfliches Konvikt, Bischöfliches Priesterseminar e Hohe Domkirche. La sua tradizione vitivinicola è secolare, e si è mantenuta fino ad oggi. La creazione inimitabile di vini Riesling con finezza, eleganza e profondità sono gli obiettivi primari del Bischöfliche Weingüter Trier. Il punto di forza è una diversità incredibile di appezzamenti di base in leggendari siti in forte pendenza, su una superficie totale di 98 ettari . >>Scarica schede tecniche<< WEINGUTTRIER (1) WEINGUTTRIER (3) WEINGUTTRIER (4)
  • Quickview

    BORDEAUX Petit Château

    , ,
    A selection of fantastic BORDEAUX with the right balance between quality and price: BORDEAUX - CHÂTEAU LES GRANDES VERSENNES (80% merlot, 10% cabernet sauvignon, 10% cabernet franc) BORDEAUX SUPERIEUR - CHÂTEAU DAVID BEAULIEU (75% merlot, 20% cabernet franc, 5% cabernet sauvignon) FRONSAC - CHÂTEAU TASTA (80 % merlot, 20% cabernet franc) CANON FRONSAC - CHÂTEAU BARRABAQUE “Cuvèe Antoine” (70% merlot, 20% cabernet franc , 10% cabernet sauvignon) MONTAGNE SAINT-EMILION - CHÂTEAU LA CROIX SAINT MICHEL (80% merlot, 20% cabernet franc) SAINT-EMILION GRAND CRU - CHÂTEAU LA FLEUR DE JUANGUE (80% merlot, 20% cabernet franc) LALANDE DE POMEROL - CHÂTEAU PIERREFITTE  (80% merlot, 10% cabernet sauvignon, 10% cabernet franc) POMEROL - CHÂTEAU CLOCHER “Esprit de Clocher” (80% merlot, 20% cabernet franc) HAUT-MEDOC - CHÂTEAU POUJEAUX “Haut de Poujeaux” (55% merlot, 45% cabernet sauvignon) MARGAUX - CHÂTEAU LES BARRAILLOTS (50% cabernet sauvignon, 40% merlot, 10% cabernet franc, 5% petit verdot) PAUILLAC - CHÂTEAU TOUR DE ROC MILON (60% cabernet sauvignon, 20% merlot, 15% cabernet franc, 5% petit verdot) LOUPIAC - CHÂTEAU JEAN FONTHENILLE (botrytis - muffa nobile) (80% semillon, 20% sauvignon blanc) SAUTERNES - CHÂTEAU HAUT MAINE (96% semillon, 4% sauvignon)
  • Quickview

    Bruno Venica – Vie d’Alt

    , ,
    VIE D’ALT, dal friulano VIA ALTA, il nome del primo vigneto acquistato dal fondatore ANTONIO VENICA nel 1915. Cento anni di storia accompagnano lo sviluppo dell’azienda che si estende per 17 ettari vitati a Prepotto, zona di pregio per la produzione di vino, grazie al microclima favorevole e alle caratteristiche del terreno. Quattro generazioni di viticultori, una tradizione familiare che si tramanda da padre in figlia. Tutti i vigneti si estendono in collina e per raggiungere la massima qualità la vendemmia è esclusivamente manuale, inoltre da anni non utilizziamo più erbicidi e limitiamo l’uso di insetticidi per proteggere la nostra flora e la fauna.    
  • Quickview

    Calasetta

    , ,
    La Cantina di Calasetta è una delle più antiche realtà sarde. La nostra attività ha avuto origine nel 1932, e da allora siamo costantemente impegnati nella produzione e valorizzazione del vitigno autoctono del sud ovest dell’isola, il Carignano. Il Comune di Calasetta si trova nel territorio dell’isola di Sant’Antioco nella provincia di Carbonia Iglesias, area di produzione che da sempre esprime un terroir unico nel panorama isolano. I terreni sabbiosi dell’isola garantiscono la possibilità di coltivare la vite franca di piede, il che oltre a assicurare un patrimonio organolettico unico alle nostre uve, determina la condizione ideale per portare i vigneti ad una produzione eccellente anche in età molto avanzata. Alcune delle nostre vigne coltivate a piede franco nelle sabbie producono uve da oltre cent’anni. I forti venti di maestrale, provenienti da nord ovest, il clima mediterraneo con estati calde e secche uniti alle tecniche di allevamento tradizionali quali l’alberello, costituiscono le condizioni ideali per la produzione del vitigno Carignano.
  • Quickview

    Cantina Sociale di Trento

    , ,
    La Cantina nasce nel 1956 a Trento, dove si trova tuttora. Il patrimonio viticolo dei Soci, costituito da piccoli appezzamenti che si estendono su un ambiente montano ed alpino molto vario sin oltre i 700 metri slm, adorna la Città ed i rilievi circostanti. Arte e Crù è il nostro progetto dedicato ai vini di più alto valore e significato. Una passione romantica per la viticoltura. Arte enologica e forte identità territoriale per le selezioni più importanti. Per ogni vino un racconto di tradizioni, vocazioni, paesaggi e contadini di montagna.