Piccolo Bacco dei Quaroni

Piccolo Bacco dei Quaroni è una azienda antica di proprietà della famiglia Cavalli dal 2001. Si producono circa 35.000 bottiglie su 10 ha. Tra i filari, le uve caratteristiche del territorio dell’Oltrepo’: Croatina, P.Nero, Riesling e Buttafuoco, ma anche vitigni antichi e atutoctoni come la Moradella. L’azienda è certificata bio e aderisce al circuito dei vini naturali da più di 10 anni. Siamo stati tra i fondatori della FIVI (Federazione Italiana vignaioli indipendenti) perché crediamo fortemente ai principi di questo sindacato.

Se ci dovessimo definire diremmo di noi che siamo artigiani del vino perché mettiamo la cura nella produzione di ogni bottiglia come se fosse l’unica. Grande rispetto della natura che vuol dire andare oltre    la produzione bio per adeguarsi ai cicli delle stagioni per ottenere già in vigna vini mai uguali a se stessi. Segue un’attenzione al territorio per la sua conservazione e conoscenza.


REFERENZE

  • Osvaldo Viberti

    , ,
    La Borgata Serra dei Turchi si sviluppa su un lungo promontorio che dal Bricco di San Biagio si protende verso Alba. Il versante a levante gode di un clima particolarmente mite che ricrea le condizioni favorevoli tipiche di una piccola serra. All’inizio degli anni ’90, Osvaldo Viberti decide di subentrare alla conduzione dell’azienda agricola che i nonni Assunta e Tistin con molto sacrificio avevano creato lasciandola in eredità al figlio Gino.Una vecchia foto ritrae le tre generazioi intente alla pigiatura delle pregiate uve nella piccola cantina situata nella Borgata Serra dei Turchi. I consigli dell’enologo Sergio Molino avvalorano la filosofia di Osvaldo fondata sulla convinzione che per creare vini di alta qualità siano necessari tanti ingredienti: il clima, la composizione del terreno, la posizione geografica del vigneto, lo scrupoloso lavoro teso alla perfetta maturazione dei frutti, la cura costante delle viti, l’attenta selezione dei grappoli migliori, le lavorazioni meticolose in cantina e infine ma non certo per ultima la grande passione.
  • Tenuta Ugolino

    , ,
    La Tenuta dell’Ugolino si trova a Castelplanio, nelle Marche, uno dei comuni più vocati per la produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi. L’azienda, di proprietà della famiglia Petrini, nasce nel 1980 come tradizionale azienda agricola tipica marchigiana, ma col tempo, la componente vitivinicola ne diventa l’attività principale grazie alla passione del giovane Andrea verso la propria terra e i vini che si producono. L’aspetto produttivo, dei totali 8 ettari impiantati a vi-gneto punta ad una produzione di vini di qualità attraverso la maniacale cura dei vigneti e il loro costante monitoraggio e con un’attenzione particolare alla vinificazione delle uve nella propria cantina con il metodo tradizionale. I risultati di questo impegno donano due vini di indiscussa personalità e carattere: il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico DOC e il verdicchio Classico Superiore DOC Vigneto del Balluccio.
  • Henri Gaillard

    , ,
    Henri Gaillard Cotes du Provence è un vino rosato di eccezionale valore. Ha un bel colore rosa pallido, al naso escono frutti di fragola e lampone con un tocco di frutti esotici. Secco in bocca, è la classica Rosa Provenza: buona fruttuosità, acidità pulita ed equilibrata.
  • Fumanelli

    , ,
    L’antica tenuta di Squarano si trova nel cuore della Valpolicella Classica, su un colle dominante la vallata e circondato da vigneti di proprietà. Costruita dalla nobile famiglia dei Marchesi Fumanelli nel quindicesimo secolo, la villa conserva frammenti architettonici e inscrizioni di un tempio dedicato alla dea Flora, che i Romani qui edificarono, impiantando le vite più di mille anni prima. E' proprio qui, fra le antiche rovine romane e la bellissima Villa di Squarano, che dal lontano 1470 vengono prodotti grandi vini. Così come allora l'invecchiamento avviene nelle antiche barricaie di tufo del '600 mentre la vinificazione è supportata dalle più moderne tecnologie, combinando tradizione e innovazione. >>Download scheda tecnica<< 01seppia Profilo seppia per pannello (2) DSC_1640 Screen Shot 2015-12-22 at 11.02.56 AM
  • Mauro Molino

    , ,
    Nel 1982, dopo una vita dedicata alla viticoltura, nostro padre Mauro fondò,a La Morra, l’azienda che porta il suo nome. Abbiamo raccolto la sua eredità e dedicato ogni energia a capire e interpretare il territorio dove viviamo con libertà e creatività. L’azienda continua a produrre i suoi vini all’Annunziata di La Morra, nel più totale rispetto delle tradizioni. La superficie totale è di circa 12 ha, di cui buona parte è destinato a Nebbiolo da Barolo e la restante parte viene dedicata alla produzione della Barbera d’Alba, del Dolcetto d’Alba e una piccola produzione di Chardonnay. I vini rispecchiano perfettamente il grande rispetto e la cura nei confronti dei vigneti e del territorio. Si occupano personalmente di ogni fase della produzione, contraddistinti da una ricerca continua della qualità unita alla passione.
  • Domaine Patrice Moreux

    , ,
    Domaine Patrice Moreux si sviluppa tra Pouilly sur Loire e Sancerre su 4,5 ettari che si trovano nei più grandi cru della denominazione. Tutte le lavorazioni dei Sauvignon avvengono nel modo più naturale possibile, le stesse fermentazioni partono spontaneamente grazie ai propri lieviti. L’intera azienda opera in regime biodinamico confluendo le uve che daranno vita a vini estremamente territoriali e di grande personalità. >> Scarica schede tecniche dei prodotti <<    
  • Tenuta Torretta

    , ,
    A metà tra il mare Adriatico e i monti d’Abruzzo adagiata su uno dei colli tra il comune di Controguerra e di Torano Nuo-vo, in un’area particolarmente vocata alla cultura della vite, ha sede l’azienda. Qui, la vite prospera dai tempi antichi; il ripetersi immutabile del connubio terra e cielo e il lavoro della natura e dell’uomo, si trasformano in uva. L’azienda, da generazioni di proprietà della famiglia, è stata in parte convertita verso la fine degli anni ’70 alla coltura specializzata del vigneto. Per tanti anni, si sono prodotte uve destinate inizialmente al mercato del nord e successi-vamente, con l’affermarsi del Montepulciano d’Abruzzo, al mercato locale. È stata la volontà delle nuove generazioni, che attualmente gestiscono l’azienda: tredici ettari coltivati a vigneto in biologico/biodinamico a coronare un sogno completando la filiera produttiva e trasformando le proprie uve in vino.
  • Ebner

    , ,
    La tenuta vinicola Ebner sorge sull’altipiano soleggiato del Renon, su uno sperone roccioso sopra la località di Campodazzo, nella parte più meridionale della Valle Isarco. Sui pendii soleggiati e terrazzati di origine vulcanica esposti a sud, crescono le uve a bacca rossa, mentre quelle bianche prediligono i versanti più ventilati a sud-est. Queste nobili stille della Valle Isarco derivano, in larga misura, da una pergola di 40 anni, il cui sistema di radici, mantenuto vitale grazie a una delicata potatura, garantisce un apporto ideale di sostanze nutritive alle uve, anche nei periodi di maggiore siccità. Sostenibilità, qualità e genuinità sono caratteristiche vissute in prima persona . Manteniamo fertili i nostri terreni con concimi organici naturali (letame). La famiglia rinuncia completamente all’impiego di erbicidi, per preservare l’eccellente qualità delle uve , le viti devono assorbire dalle profondità del terreno tutte le sostanze nutritive e, per questo, vengono irrigate solo in situazioni di stress da siccità, stimolando così il sistema radicale dei vitigni. >>Download scheda tecnica<< Schermata 2016-08-08 alle 15.32.13 Schermata 2016-08-08 alle 15.32.35 _S5A0376 _S5A4684 _S5A5300